Pregiudizi sulla psicoterapia: debolezza e delega

Quali sono i principali pregiudizi sullo psicoterapeuta?

Abbiamo già ampiamente parlato dei pregiudizi riguardo allo psicologo, tuttavia recentemente mi è stata fatta un’osservazione:” non avrei mai pensato di rivolgermi ad uno psicologo, l’ho sempre visto come un segnale di debolezza e un modo per delegare a qualcun altro la soluzione di un problema”. Non c’è nulla di più sbagliato!

Partiamo dal presupposto che tutti abbiamo problemi e delle difficoltà, sfide quotidiane che chiedono di essere risolte e spesso necessitano di un aiuto esterno. Questo non è un segnale di debolezza ma è l’esatto opposto! Proprio perché i problemi li abbiamo tutti  scegliere di farsi aiutare è una mossa intelligente soprattutto quando si ha già ampiamente provato a risolvere il problema in autonomia.

Il secondo aspetto che è importante chiarire è il concetto di delega. In psicoterapia non c’è nulla di delegante nei confronti dello psicologo psicoterapeuta, poiché esso ha il compito di aiutare il paziente a sistemare al meglio la sua “cassetta degli attrezzi” in modo che egli stesso sia poi autonomo nell’affrontare ogni problema che si presenta. La psicoterapia non è qualcosa per cui il paziente porta sulla scrivania un problema e lo psicoterapeuta lo restituisce risolto, è l’esatto opposto!

Lo psicoterapeuta aiuta il paziente ad affrontare e risolvere il problema, rispettandone i tempi e i modi. Ogni percorso contrario a questo risulterà fallimentare!

Delega e debolezza non sono quindi termini che si associano alla psicoterapia. Un terapeuta mai accetterà di risolvere un problema per conto di un paziente e nessun paziente contatta uno psicoterapeuta per debolezza.

 

Dr. Matteo Radavelli: Ciao, sono il Dr. Matteo Radavelli, Psicologo e Psicoterapeuta ad orientamento sistemico-relazionale. Mi sono laureato in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l'Università degli studi di Milano Bicocca e specializzato in psicoterapia allo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Ho lavorato per il Cassel Hospital di Richmond (Londra) e per l'Ospedale Maggiore Sant'Anna di Como come consulente psicologo, per il quale ho gestito il servizio "Stai Bene col Tuo Lavoro", rivolto ad imprenditori e dipendenti che hanno sviluppato una difficoltà psicologica connessa a problemi lavorativi ed economici. Attualmente dirigo e supervisiono 6 centri di psicologia e psicoterapia: Arcore, Monza, Seregno e Agrate Brianza (provincia di Monza e Brianza), Como e Merate (provincia di Lecco). Nel mio lavoro mi rivolgo ad individui, coppie e famiglie che attraversano un momento di difficoltà, partendo dal presupposto che il disagio non va considerato come esclusivamente interno all'individuo, ma come parte del sistema di relazioni in cui vive. Questa modalità consente di evidenziare i vincoli che mantengono la difficoltà e favorisce la loro rinegoziazione e superamento. Il metodo da me utilizzato è particolarmente utile in situazioni di ansia, problemi relazionali e problemi sessuali. Insieme dedicheremo i primissimi incontri ad approfondire il problema, costruendo la strada verso il cambiamento desiderato.
Articoli recenti