Andare dallo psicologo è NORMALE

andare dallo psicologo

Oggi propongo una piccola riflessione: sono stufo di sentire dire alle persone che lo psicologo cura i matti, dallo psicologo non ci voglio andare perché io mi sento normale, se vado dallo psicologo è perché sono malato, diverso.

Cosa è la normalità? Quale relazione ha la normalità con la terapia e con la psicoterapia? La norma altro non è che una statistica sociale, ciò che è determinato come normale è un comportamento assunto da un determinato numero di persone, tendenzialmente un numero di persone abbastanza grande da far rientrare questo comportamento in un criterio di uguaglianza e di similitudine con gli altri in modo tale che poi la società lo legga come normale e come comune. Normale quindi è come se fosse sinonimo di comune, ovvero posseduto anche dagli altri. Ci sono quindi una serie di cose che diventano normali, che si trasformano in normali. Basta vedere le evoluzioni sociali per esempio ciò che adesso è normale come la separazione e il divorzio vent’anni fa non lo era. Pensiamo a ciò che noi consideriamo normale e non lo è invece per popoli di altre culture come per esempio l’astinenza sessuale dei preti. Pensiamo anche ai tatuaggi sulla pelle, sulle braccia, sulle gambe e su altre parti del corpo: vent’anni fa non era normale incontrare una persona completamente tatuata, oggi lo è.

La normalità altro non è che una statistica sociale. Le statistiche dicono anche che una persona su tre, quindi il 30% della popolazione, almeno una volta nella vita potrebbe vivere una condizione di forte ansia o attacco di panico. Se a questo 30% aggiungiamo tutti gli altri possibili disagi come le disfunzioni sessuali o i disturbi dell’umore, la depressione, il numero di persone che potrebbe avere una condizione di disagio psicologico aumenta.

Vivere un disagio psicologico è normale! Una persona su tre che potrebbe vivere una sensazione di ansia, in aggiunta a tutti gli altri disagi, è in numero maggiore rispetto la possibilità di incontrare una persona con le braccia completamente tatuate, o rispetto la possibilità di incontrare persone separate o divorziate.

Il disagio psicologico nella vita delle persone è normale e pure la repentina richiesta d’aiuto lo è, ma non è ancora considerato tale, nonostante le statistiche affermino il contrario.

Dr. Matteo Radavelli – Psicoterapeuta e Psicologo Seregno
Via Ballerini 56, 20831 Seregno (MB)
+393479177302
info@matteoradavelli.it

Ho conseguito la Laurea in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l’Università degli studi di Milano Bicocca, con successiva specializzazione in psicoterapia presso lo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Svolgo la mia attività come professionista dal 2011 e mi occupo di percorsi di psicoterapia individuale, psicoterapia di coppia e familiare.

Opero come psicologo sessuologo a Seregno oltre che in altri 6 centri di psicologia in provincia di MB, Lecco e Como.

Dr. Matteo Radavelli: Ciao, sono il Dr. Matteo Radavelli, Psicologo e Psicoterapeuta ad orientamento sistemico-relazionale. Mi sono laureato in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l'Università degli studi di Milano Bicocca e specializzato in psicoterapia allo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Ho lavorato per il Cassel Hospital di Richmond (Londra) e per l'Ospedale Maggiore Sant'Anna di Como come consulente psicologo, per il quale ho gestito il servizio "Stai Bene col Tuo Lavoro", rivolto ad imprenditori e dipendenti che hanno sviluppato una difficoltà psicologica connessa a problemi lavorativi ed economici. Attualmente dirigo e supervisiono 6 centri di psicologia e psicoterapia: Arcore, Monza, Seregno e Agrate Brianza (provincia di Monza e Brianza), Como e Merate (provincia di Lecco). Nel mio lavoro mi rivolgo ad individui, coppie e famiglie che attraversano un momento di difficoltà, partendo dal presupposto che il disagio non va considerato come esclusivamente interno all'individuo, ma come parte del sistema di relazioni in cui vive. Questa modalità consente di evidenziare i vincoli che mantengono la difficoltà e favorisce la loro rinegoziazione e superamento. Il metodo da me utilizzato è particolarmente utile in situazioni di ansia, problemi relazionali e problemi sessuali. Insieme dedicheremo i primissimi incontri ad approfondire il problema, costruendo la strada verso il cambiamento desiderato.
Articoli recenti