Eravamo una coppia perfetta, ora per un problema esterno alla coppia ci stiamo perdendo

“Eravamo una coppia perfetta, ci amiamo tanto, ma qualcosa che è arrivato dall’esterno che non riguardava la nostra relazione si è insinuato e ci sta portando via ciò che con tanta fatica ci siamo costruiti.”

Questo è un commento che molto spesso sento dire nella stanza di terapia da coppie che hanno vissuto molta felicità ed equilibrio e che ad un certo punto queste ultime sono state messe a dura prova dalle sfide della quotidianità. 

Non possiamo controllare tutto, possiamo controllare ciò che nella nostra relazione accade come, per esempio, le attenzioni che dedichiamo. La vita tuttavia ci mette di fronte dei cambiamenti, delle sfide inaspettate, che non riguardano immediatamente la relazione ma che in essa trovano una cassa di risonanza. Spesso c’è un’errata attribuzione di qual è la causa del problema: attribuiamo la colpa a ciò che consociamo credendo sia il nemico, credendo il partner sia il nemico.

Ci sono quindi dinamiche che sono esterne alla coppia ma che alterano l’equilibrio interno come: un maggior richiamo delle famiglie d’origine, problemi economici, lavorativi ecc..

Il contesto, non per volontà della coppia, viene stravolto e se la coppia non comprende che l’innesco del terremoto non è causato da loro, ma dall’esterno, e non lavora insieme per riadattarsi in funzione del nuovo contesto, la coppia rischia di vedersi reciprocamente come il nemico. Il tentativo di soluzione deve essere raggiunto attraverso la coesione e non attraverso il conflitto. Attenzione quindi perché si pensa di andare a letto con il nemico quando il problema non è lì.

Dr. Matteo Radavelli: Ciao, sono il Dr. Matteo Radavelli, Psicologo e Psicoterapeuta ad orientamento sistemico-relazionale. Mi sono laureato in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l'Università degli studi di Milano Bicocca e specializzato in psicoterapia allo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Ho lavorato per il Cassel Hospital di Richmond (Londra) e per l'Ospedale Maggiore Sant'Anna di Como come consulente psicologo, per il quale ho gestito il servizio "Stai Bene col Tuo Lavoro", rivolto ad imprenditori e dipendenti che hanno sviluppato una difficoltà psicologica connessa a problemi lavorativi ed economici. Attualmente dirigo e supervisiono 6 centri di psicologia e psicoterapia: Arcore, Monza, Seregno e Agrate Brianza (provincia di Monza e Brianza), Como e Merate (provincia di Lecco). Nel mio lavoro mi rivolgo ad individui, coppie e famiglie che attraversano un momento di difficoltà, partendo dal presupposto che il disagio non va considerato come esclusivamente interno all'individuo, ma come parte del sistema di relazioni in cui vive. Questa modalità consente di evidenziare i vincoli che mantengono la difficoltà e favorisce la loro rinegoziazione e superamento. Il metodo da me utilizzato è particolarmente utile in situazioni di ansia, problemi relazionali e problemi sessuali. Insieme dedicheremo i primissimi incontri ad approfondire il problema, costruendo la strada verso il cambiamento desiderato.
Articoli recenti