Come poter trasformare il potenziale vincolo della gelosia tra fratelli in una risorsa? 

La gelosia, soprattutto tra fratelli, è qualcosa che non deve assolutamente essere negata, repressa, ostacolata, respinta poichè è naturale e fa parte del processo evolutivo. Deve sicuramente essere gestito, affrontato e necessariamente attraversato.

Si può manifestare in diversi modi: 

  • Il primogenito può regredire: per definizione il primogenito ha sperimentato un amore totalizzante. Quando si accorge che sta per arrivare un fratellino\sorellina può mettere in atto delle regressioni che tendono ad aumentare le cure a lui\lei rivolte.
  • Competizione tra fratelli: spesso questa tende ad affermare la propria supremazia, il proprio diritto alle cure, a discapito dell’altro.
  • Conflitto: quando la competizione arriva al conflitto nel tentativo di prevaricare l’altro per ottenere le cure.

Quale atteggiamento dovrebbe mantenere il genitore?

Sicuramente non è utile ostacolare la gelosia o ancor peggio far sentire sbagliati i figli che provano gelosia. Il genitore dovrebbe facilitare l’espressione delle emozioni, dovrebbero permettere al bambino di raccontarsi affinché facilitino la rielaborazione della fisiologica gelosia.

Evitiamo frasi come: “sei più grande quindi devi capire”. 

La gelosia va accolta ed elaborata anche e soprattutto attraverso il genitore. La gelosia e la sua gestione può diventare un’importante palestra relazionale rispetto tutta la vita che il bambino dovrà affrontare.

Contattami

Se le emozioni che proviamo ci impediscono di vivere come vorremmo, al punto da condizionare negativamente la nostra vita, è il momento di chiedere aiuto.

Nome*
Nome Completo*
Email*
Telefono*
Messaggio*
Sede*
Consenso*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Partners

Contattami