Vivere una relazione con un narcisista

Il disturbo narcisistico assume caratteristiche simili in tutte le relazioni. Nella fase dell’innamoramento il narcisista è molto attento, presente, premuroso, sembra essere il principe azzurro (parliamo al maschile perchè l’incidenza di questo disturbo è prevalentemente maschile), un amante favoloso, sembra troppo bello per essere vero e di fatto è così.

Man mano che tesse la sua tela e cattura la sua preda, il narcisista inizia a diventare arcigno, rivendicatorio, tiranno, pretenzioso. Fa richieste che sono assurde, lavora sul senso di colpa, perde qualunque tipo di empatia nei confronti del partner e lascia trasparire il suo intento manipolatorio. Ha un bisogno di ammirazione per soddisfare il quale sarebbe disposto a tutto, anche sacrificare il proprio partner. Le richieste, le pretese aumentano e il partner del narcisista non capisce più con chi è finito, spesso non riconosce più neanche sè stesso perchè si trova a fare cose che mai avrebbe pensato di fare. La relazione degenera, il narcisista chiede sempre più insistentemente al partner di piegarsi alle sue esigenze e ai suoi bisogni, dimenticando quelli dell’altro. È chiaro che la relazione con un narcisista genera dolore e sofferenza e non deve essere banalizzato: è per questo motivo che è così importante fare attenzione all’utilizzo del termine “narcisista”.

Il disturbo narcisistico di personalità, infatti, non è così frequente come si crede ultimamente: circa 1% della popolazione ne soffre, una percentuale molto bassa. Questo vuol dire che non tutte le persone che hanno caratteristiche egoiste e presuntuose possono essere ascritte al narcisismo e che non tutte le relazioni problematiche o insoddisfacenti lo sono perchè un componente della coppia è narcisista.

Etichettare tutte le relazioni che non ci sono piaciute o che hanno manifestato tratti di narcisismo come relazioni narcisistiche è un problema per due motivi:

  • c’è un’ingiusta ed inutile semplificazione sia su chi ha sofferto sia su chi ha agito (si giustifica quindi la persona etichettandola come narcisista senza dargli la possibilità di cambiare)
  • si rende statica ed inerme la vittima

Facciamo sempre attenzione quando utilizziamo termini clinici per descrivere le persone che ci circondano: i disturbi della personalità non sono etichette da appiccicare su chiunque!

Dr. Matteo Radavelli – Psicoterapeuta e Psicologo Como
Via Dante Alighieri 95, 22100 Como CO
+393479177302
info@matteoradavelli.it

Psicologo Psicoterapeuta Sessuologo ad orientamento sistemico relazionale, ho conseguito la Laurea in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l’Università degli studi di Milano Bicocca, con successiva specializzazione in psicoterapia presso lo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Svolgo la mia attività come professionista dal 2011 e mi occupo di percorsi di psicoterapia individuale, psicoterapia di coppia e familiare.

Dirigo e coordino 7 studi di psicologia a Como e in provincia di Lecco e di Monza Brianza

Dr. Matteo Radavelli: Ciao, sono il Dr. Matteo Radavelli, Psicologo e Psicoterapeuta ad orientamento sistemico-relazionale. Mi sono laureato in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l'Università degli studi di Milano Bicocca e specializzato in psicoterapia allo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Ho lavorato per il Cassel Hospital di Richmond (Londra) e per l'Ospedale Maggiore Sant'Anna di Como come consulente psicologo, per il quale ho gestito il servizio "Stai Bene col Tuo Lavoro", rivolto ad imprenditori e dipendenti che hanno sviluppato una difficoltà psicologica connessa a problemi lavorativi ed economici. Attualmente dirigo e supervisiono 6 centri di psicologia e psicoterapia: Arcore, Monza, Seregno e Agrate Brianza (provincia di Monza e Brianza), Como e Merate (provincia di Lecco). Nel mio lavoro mi rivolgo ad individui, coppie e famiglie che attraversano un momento di difficoltà, partendo dal presupposto che il disagio non va considerato come esclusivamente interno all'individuo, ma come parte del sistema di relazioni in cui vive. Questa modalità consente di evidenziare i vincoli che mantengono la difficoltà e favorisce la loro rinegoziazione e superamento. Il metodo da me utilizzato è particolarmente utile in situazioni di ansia, problemi relazionali e problemi sessuali. Insieme dedicheremo i primissimi incontri ad approfondire il problema, costruendo la strada verso il cambiamento desiderato.
Articoli recenti