Come stare vicino a chi ha una dipendenza

Come si fa a stare vicino a qualcuno che ha una dipendenza? Quali sono le responsabilità della famiglia? Intanto una piccola precisazione: quando parlo di famiglia non intendo necessariamente chi ha un legame di sangue con la persona dipendente ma tutti coloro che hanno un legame stretto, che giocano un ruolo significativo nella sua vita.

Ci sono tre momenti diversi in cui una persona vicina gioca un ruolo fondamentale per la vita del dipendente:

  • nel momento dell’insorgenza della dipendenza: non perchè chi è vicino abbia qualche responsabilità, quelle sono tutte e solo della persona che incappa nella dipendenza, ma perchè i membri della famiglia (intesa come sopra) e le relazioni intrecciate con loro possono essere dei fattori di rischio sia in positivo che in negativo;
  • nel momento in cui aiutano la persona a rendersi conto di aver sviluppato una dipendenza: i dipendenti infatti tendono spesso a sminuire o a negare per vergogna, sottostima dei rischi e sovrastima delle proprie capacità;
  • nell’aiutare la persona ad uscire dalla dipendenza.

Per quanto riguarda l’ultimo punto, nello specifico, il sostegno da parte della famiglia può essere di diverso tipo. Quando si parla di tossicodipendenza, alcolismo e gioco d’azzardo, ad esempio, la famiglia viene spesso coinvolta nel processo di guarigione: i vari membri partecipano a terapie e gruppi di supporto e studiano con i curanti delle strategie per aiutare il dipendente a cambiare determinate abitudini, modificandone altre a loro volta.

La famiglia ha quindi un ruolo davvero cruciale sia nell’essere potenzialmente un fattore di rischio ma anche e soprattutto nell’assumersi la responsabilità di controllare il comportamento dipendente e di aiutare la persona ad uscire dalla dipendenza.

Dr. Matteo Radavelli – Psicoterapeuta e Psicologo Como
Via Dante Alighieri 95, 22100 Como CO
+393479177302
info@matteoradavelli.it

Psicologo Psicoterapeuta Sessuologo ad orientamento sistemico relazionale, ho conseguito la Laurea in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l’Università degli studi di Milano Bicocca, con successiva specializzazione in psicoterapia presso lo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Svolgo la mia attività come professionista dal 2011 e mi occupo di percorsi di psicoterapia individuale, psicoterapia di coppia e familiare.

Dirigo e coordino una equipe di psicologi a Como e in provincia di Lecco e di Monza Brianza

Dr. Matteo Radavelli: Ciao, sono il Dr. Matteo Radavelli, Psicologo e Psicoterapeuta ad orientamento sistemico-relazionale. Mi sono laureato in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l'Università degli studi di Milano Bicocca e specializzato in psicoterapia allo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Ho lavorato per il Cassel Hospital di Richmond (Londra) e per l'Ospedale Maggiore Sant'Anna di Como come consulente psicologo, per il quale ho gestito il servizio "Stai Bene col Tuo Lavoro", rivolto ad imprenditori e dipendenti che hanno sviluppato una difficoltà psicologica connessa a problemi lavorativi ed economici. Attualmente dirigo e supervisiono 6 centri di psicologia e psicoterapia: Arcore, Monza, Seregno e Agrate Brianza (provincia di Monza e Brianza), Como e Merate (provincia di Lecco). Nel mio lavoro mi rivolgo ad individui, coppie e famiglie che attraversano un momento di difficoltà, partendo dal presupposto che il disagio non va considerato come esclusivamente interno all'individuo, ma come parte del sistema di relazioni in cui vive. Questa modalità consente di evidenziare i vincoli che mantengono la difficoltà e favorisce la loro rinegoziazione e superamento. Il metodo da me utilizzato è particolarmente utile in situazioni di ansia, problemi relazionali e problemi sessuali. Insieme dedicheremo i primissimi incontri ad approfondire il problema, costruendo la strada verso il cambiamento desiderato.
Articoli recenti