Il paradigma, i tempi e il significato della coppia sono sicuramente cambiati nel tempo e con il tempo. Ci sono due aspetti che determinano la numerosità delle crisi di coppia e anche la crisi del concetto stesso di coppia.

Innanzitutto il cambiamento dei tempi, degli aspetti sociali e di cosa è legittimo e non è legittimo aspettarsi. Fino a qualche anno fa separazione e divorzio erano termini terrificanti, spaventavano, ora invece sono termini sulla bocca di tutti. Ad oggi è facile imbattersi in configurazioni di famiglie variegate quindi lontane dalle famiglie tradizionali. Le persone possono lasciarsi e mettere in discussione quello che hanno costruito senza vivere la gogna pubblica (oppure ci si augura sia così).

Oltre all’aspetto sociale è cambiato anche l’aspetto semantico che ne determina la crisi: ovvero l’individualità e l’individuo. Quando non era possibile separarsi “stare con qualcuno” era un modo d’essere, si diventava e si era quasi fusionali (almeno sulla carta). La costituzione di una famiglia era uno step necessario per potersi trasformare ed evolvere. Ad oggi invece la coppia non è più principale ma è secondaria all’affermazione individuale, personale. La coppia non è più lo strumento e il bene ultimo, ma è un “di cui” all’affermazione individuale.

Contattami

Se le emozioni che proviamo ci impediscono di vivere come vorremmo, al punto da condizionare negativamente la nostra vita, è il momento di chiedere aiuto.

Nome*
Nome Completo*
Email*
Telefono*
Messaggio*
Sede*
Consenso*
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.

Partners

Contattami