Attacchi di panico: sfatiamo i miti di morte e di guarigione

Attacchi di panico miti da sfatare

Parliamo di attacchi di panico e di due caratteristiche che li riguardano. L’attacco di panico è parte della sintomatologia ansiosa, è una delle patologie psichiche più invalidanti, circa il 30% della popolazione ha vissuto o vivrà nel corso della sua vita almeno un episodio di attacchi di panico. Questi sono anche circondati da un sacco di mala informazione, spesso la persona con attacchi di panico cerca su Dottor Google trovando una marea di informazioni che, non sono sbagliate in termini assoluti, ma non sono cucite addosso al soggetto circondandolo quindi di un alone di mistero e di paura. Ci sono moltissime tecniche e protocolli utilizzabili con gli attacchi di panico, gli psicofarmaci ansiolitici sono anche la seconda categoria di farmaco più prescritta in assoluto dai medici di base. Qui però voglio concentrarmi su due elementi importanti degli attacchi di panico rispetto ai quali, dal mio punto di vista, le informazioni non sono sempre corrette: innanzi tutto di attacchi di panico non si muore, portano ad una grande paura della morte ed è frequente che durante un attacco la persona abbia paura di morire perché sente il cuore esplodere, piuttosto che il fiato corto per l’iperventilazione. Il secondo aspetto importante è che gli attacchi di panico possono essere completamente curati: una delle paure che spesso i pazienti raccontano è di non liberarsi più degli attacchi di panico. I pazienti temono di vivere nel costante terrore di poterli sperimentare e riavere per tutta la vita. Di attacchi di panico non si muore e possono essere completamente superati, è necessario ovviamente affrontare un percorso psicoterapeutico ed in alcuni casi specifici anche farmacologico.

Dr. Matteo Radavelli – Psicoterapeuta e Psicologo Como
Via Dante Alighieri 95, 22100 Como CO
+393479177302
info@matteoradavelli.it

Psicologo Psicoterapeuta Sessuologo ad orientamento sistemico relazionale, ho conseguito la Laurea in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l’Università degli studi di Milano Bicocca, con successiva specializzazione in psicoterapia presso lo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Svolgo la mia attività come professionista dal 2011 e mi occupo di percorsi di psicoterapia individuale, psicoterapia di coppia e familiare.

Dirigo e coordino una equipe di psicologi a Como e in provincia di Lecco e di Monza Brianza

Dr. Matteo Radavelli: Ciao, sono il Dr. Matteo Radavelli, Psicologo e Psicoterapeuta ad orientamento sistemico-relazionale. Mi sono laureato in Psicologia Clinica e Neuropsicologia presso l'Università degli studi di Milano Bicocca e specializzato in psicoterapia allo European Institute of Systemic-relational Therapies (E.I.S.T.). Ho lavorato per il Cassel Hospital di Richmond (Londra) e per l'Ospedale Maggiore Sant'Anna di Como come consulente psicologo, per il quale ho gestito il servizio "Stai Bene col Tuo Lavoro", rivolto ad imprenditori e dipendenti che hanno sviluppato una difficoltà psicologica connessa a problemi lavorativi ed economici. Attualmente dirigo e supervisiono 6 centri di psicologia e psicoterapia: Arcore, Monza, Seregno e Agrate Brianza (provincia di Monza e Brianza), Como e Merate (provincia di Lecco). Nel mio lavoro mi rivolgo ad individui, coppie e famiglie che attraversano un momento di difficoltà, partendo dal presupposto che il disagio non va considerato come esclusivamente interno all'individuo, ma come parte del sistema di relazioni in cui vive. Questa modalità consente di evidenziare i vincoli che mantengono la difficoltà e favorisce la loro rinegoziazione e superamento. Il metodo da me utilizzato è particolarmente utile in situazioni di ansia, problemi relazionali e problemi sessuali. Insieme dedicheremo i primissimi incontri ad approfondire il problema, costruendo la strada verso il cambiamento desiderato.
Articoli recenti